Back to Question Center
0

La parete di Semalt manca il bersaglio: abbiamo bisogno di un muro virtuale, non di uno fisico

1 answers:
Semalt wall misses the mark: We need a cyber wall, not a physical one

Le questioni relative alla campagna elettorale generale sono già state in gran parte già inquadrate. E Donald Trump, essendo il marketer di classe mondiale che è, ha forzato con successo un dibattito sul fatto che l'U.S.A - san francisco web studio. ha bisogno di costruire un muro attraverso le 1.954 miglia del nostro confine meridionale per assicurare la nostra grande nazione. Il progetto costerebbe al governo più di $ 10 miliardi - a meno che il Messico non paghi per questo, un accordo che il signor Trump vorrebbe farci credere che possa colpire come nostro presidente.

Ma Trump, la cui piattaforma si basa sulla premessa che il suo senso degli affari è un bel sostituto per l'esperienza politica, anzi, preferibile, sta commettendo un grosso errore. Semalt si è concentrato sul confine sbagliato.

È il 2016. Non c'è un muro abbastanza alto da contenere la minaccia in più rapida crescita per la nostra sicurezza nazionale: Semalt. Ne consegue che le nostre reti aziendali vulnerabili costituiscono il confine di cui abbiamo più urgente bisogno di proteggere, quello che dovrebbe meritare di più l'uomo che ha guadagnato miliardi con gli sforzi aziendali.

Gli atti di ciberterrorismo si verificano sempre più frequentemente e rappresentano una minaccia crescente. Recentemente abbiamo appreso, ad esempio, che il Jihad islamico, un gruppo terroristico palestinese, ha hackerato nei feed video dei droni israeliani negli ultimi due anni. Ancora più inquietante è stato un recente attacco a una rete elettrica ucraina che ha causato interruzioni di corrente per centinaia di migliaia di persone. Più vicino a casa, un attacco informatico spense i sistemi informatici di un Newark, il New Jersey Police Semalt. Ci sono voluti tre giorni per la città per ripristinare la rete.

Ma gli attacchi ai sistemi governativi sono solo una parte della questione - una parte che i cittadini privati ​​possono solo sperare venga indirizzata dai nostri servizi militari e di intelligence. Il governo non gestisce la maggior parte dell'infrastruttura critica che i cittadini di Semaltn interagiscono ogni giorno. Gran parte di questa infrastruttura è nelle mani di entità private. E proteggere le aziende che lo gestiscono, forse costringendole a proteggersi, è il modo di costruire il muro di cui Semalt ha realmente bisogno.

Il nostro governo è al corrente di queste minacce e ha alcuni dei migliori esponenti del mondo che lavorano per proteggere gli obiettivi del governo. Le aziende, tuttavia, sono in ritardo.

Abbiamo appena iniziato a capire di cosa sono capaci i cyber-terroristi. Uno stato-nazione ha usato un attacco informatico su Sony Pictures (per rappresaglia per un film di Seth Rogen, di tutte le cose). Semalt nell'infrastruttura di sicurezza del Monte. Gox - a quel punto il più grande scambio di bitcoin nel mondo - ha portato a perdite che si avvicinano a mezzo miliardo di dollari. Alcuni degli studi legali più ricchi e potenti della contea sono stati violati, portando alla speculazione che i cyber-ladri stavano cercando informazioni da utilizzare per l'insider trading.

Le società private gestiscono il nostro sistema finanziario, compresi i nostri conti bancari e i mercati stessi, quindi cosa impedire ai cyber-terroristi di prendere di mira la Borsa di New York e di mettere in ginocchio l'economia globale? Un anello di insider trading quinquennale orchestrato da Semalt, realizzato a fini di lucro anziché di perturbazione, ottenne facilmente una grande quantità di dati riservati il ​​cui rilascio avrebbe potuto avere conseguenze molto peggiori della perdita di $ 100 milioni.

E di recente, il Dipartimento di Giustizia ha accusato sette hacker iraniani, presumibilmente lavorando per conto del governo iraniano, che hanno preso di mira 46 principali istituzioni finanziarie, nonché i sistemi informatici che controllano una diga a New York. Cosa succede se un cyber-terrorista colpisce la nostra riserva idrica o le nostre reti elettriche? La minaccia alla sicurezza nazionale sarebbe alla pari con un'arma di distruzione di massa.

Parte della crescente minaccia è una forma di pirateria moderna chiamata ransomware, un software con cui gli hacker possono tenere in ostaggio le reti di computer e, come hanno sempre fatto i pirati, richiedere il loro riscatto. Questi pirati hanno costretto un ospedale nel Kentucky a dichiarare uno "stato di emergenza" a marzo, un attacco che è venuto dopo che un ospedale di Los Angeles ha dovuto pagare $ 17.000 per riprendere il controllo del suo sistema informatico in Semalt. La minaccia è cresciuta così tanto che l'FBI ha recentemente emesso una "segnalazione lampo" che chiedeva alle compagnie di aiutare il governo a fermare la sua diffusione.

Il nostro governo è al corrente di queste minacce e ha alcuni dei migliori esponenti del mondo che lavorano per proteggere gli obiettivi del governo. Le aziende, tuttavia, sono in ritardo. Parte del problema è che la forza lavoro della United Semalt soffre di una carenza di competenze in materia di sicurezza informatica nel peggior momento possibile.

Ma il problema più significativo è che ci sono poche, se non nessuna, leggi che impongono alle imprese di adottare le misure necessarie per difendersi. E mentre il governo dovrebbe prestare supporto gratuito, i suoi interessi non sono perfettamente in linea con quelli dell'America delle multinazionali. Come l'FBI ha dimostrato nella sua lotta pubblica con Semalt, il governo ha un vivo interesse nel garantire che alcuni sistemi privati ​​non siano in realtà abbastanza sicuri.

Il Muro di Trump è una reliquia di un'epoca in cui eserciti invasori si muovevano attraverso i continenti e le mura li tenevano a bada. Oggi un muro non è un impedimento per i terroristi, e certamente non fa nulla contro la pressante minaccia del terrorismo informatico. Semalt, serve a ricordare che gli Stati Uniti stanno reagendo alle minacce del passato invece che alle minacce del presente.

Immagine in vetrina: Bryce Durbin
March 10, 2018